Valerioventuri’s Weblog

maggio 27, 2008

Andrea Borio: Nucleare? Si, grazie!

Filed under: attualità,cultura,europa/mondo,interviste,italia,politica,Tecnologia & scienza — valerioventuri @ 10:49 pm

 

MILANO. Il Ministro ponentino Scajola apre al nucleare nel nostro Paese. L’opinione pubblica è divisa tra chi è a favore e chi è contro. E la comunità scientifica? Le opinioni sono discordi, ma la maggioranza degli specialisti è d’accordo con il responsabile del governo Berlusconi. Il dottor Andrea Borio, direttore del Laboratorio di energia nucleare applicata dell’Università di Pavia – dove si gestisce un reattore di ricerca – spiega: “Il discorso è abbastanza semplice. In questo momento l’unica fonte veramente alternativa ai combustibili fossili per capacità e continuità produttiva è il nucleare. (more…)

L’Omeopatia cura o uccide? Parola al dr. Ceretti

Filed under: attualità,cultura,interviste,italia — valerioventuri @ 10:48 pm

MILANO. Marjorie Randolph è schermata dalla segreteria telefonica. L’unica dichiarazione che le si strappa è un invito a lasciarla in pace. Comprensibile, perché l’omeopata presunta rischia guai. “Lasciate il vostro recapito e sarete ricontattati”. Improbabile. Così chiamiamo il dr. Carlo Ceretti, noto professionista milanese; gli chiediamo la sua opinione sulla Rudolph. «Io non la conosco ed è un fatto significativo, visto che sono stato responsabile della Società degli Omeopati Ortodossi. (more…)

L’Europa sterza a Destra: la Serbia e non solo secondo Matvejevic

Filed under: attualità,cultura,europa/mondo,interviste,politica — valerioventuri @ 10:45 pm

Milano – Pedrag Matvejevic è un intellettuale abituato a confrontarsi con la storia dei Balcani. Padre russo e madre dei territori ex-jugoslavi, Matvejevic è nato a Mostar nel 1932. Il professore de La Sapienza di Roma, già docente all’Università di Zagabria e poi alla Sorbona a Parigi, ha svolto incarichi all’Onu e per la Commissione Europea; parla della Serbia con un misto di soddisfazione e di amarezza. «i nuovi regimi instauratisi in alcuni paesi dell’est si dichiarano formalmente democratici senza che la società presenti una struttura effettivamente democratica. (more…)

maggio 11, 2008

Israele compie 60 anni: intervista a Rav Arbib

Filed under: attualità,cultura,europa/mondo,interviste,italia,politica — valerioventuri @ 1:43 pm
Tags: , , , , ,

per il secoloxix e liberal

MILANO. Israele compie sessant’anni. Decenni pieni di storia, intensi, pieni di problemi e di occasioni di gioia. Per Alfonso Arbib, rabbino capo della comunità milanese,è una celebrazione che “ha un significato importante; è la realizzazione di un sogno durato millenni: per tre volte al giorno, da migliaia di anni gli ebrei hanno chiesto il ritorno a Gerusalemme. Finalmente il nostro popolo, sempre dominato, in diaspora, ha potuto sviluppare la propria identità, la propria autonomia senza influenze esterne . (more…)

Videogioca, costruisciti un futuro

Filed under: attualità,cultura,curiosità,europa/mondo,italia,Tecnologia & scienza — valerioventuri @ 1:34 pm

per il secoloxix

MILANO. Per costruirsi un futuro non bisogna studiare. Meglio se si diventa un nuovo Ronaldinho, meglio se si passa il pomeriggio a videogiocare. I genitori si mettano il cuore in pace. Ci sono più prospettive se si smanetta su pc e playstation che non a laurearsi. I sostenitori di questa tesi, probabilmente teen-ager, possono citare l’esistenza dei World Cyber Games, olimpiadi per videogamers con in palio un premio di mezzo milione di euro; possono dire che, a farli, c’è la possibilità di essere assunti dai big dell’industria videoludica per testare nuovi giochi. In Oriente e Usa questa è già una professione: si gioca per lavoro e si ricevono bei bigliettoni. Perché non provarci? (more…)

Stupro in Milano Centrale

Filed under: cultura,italia — valerioventuri @ 1:29 pm

MILANO. Ragazza, diciassette anni; sabato pomeriggio in stazione centrale. Un posto affollato, forse per questo sicuro. …E invece no. Simona – il nome è di fantasia – era in zona per raggiungere la mamma. Le si è messo accanto un uomo, volto tra gli infiniti volti, di passaggio, che pascolano tra i binari. L’ha avvicinata, le ha chiuso il passaggio, quindi l’ha aggredita per violentarla; zona est, a due passi dalla galleria dei taxi, non lontano dal lussuoso Grand Hotel Principe di Savoia e dal Pirellone, sede della Regione Lombardia. (more…)

marzo 16, 2008

Valladares, l’esule cubano

Filed under: cultura,europa/mondo,interviste,politica — valerioventuri @ 12:08 pm

MILANO. Armando Valladares scontò ventidue anni nelle carceri politiche di Fidel Castro:aveva espresso idee contrarie al marxismo-leninismo. Prigioniero ribelle di profonde convinzioni cristiane e democratiche, rifiutò i piani di riabilitazione del regime comunista e pagò con brutali rappresaglie, isolamento e manganellate. Ne parla nel suo ultimo libro “Contro ogni speranza, 22 anni nel gulag delle Americhe” (Spirali). Spera che le cose nel suo Paese cambino, ma è scettico. Le prigioni cubane, dice, sono ancora piene di dissidenti, e Raul non è certo un democratico. (more…)

marzo 9, 2008

Finkilekraut: la Francia è ancora una nazione?

Filed under: attualità,cultura,europa/mondo,interviste,politica — valerioventuri @ 10:53 pm

francemap.gifMILANO. Com’è la Francia di Sarkozy? Per Alain Finkilekraut, scrittore francese di livello, la domanda vera è un’altra: occorre chiedersi com’è la Francia in generale; ancora meglio se è possibile, nel mondo contemporaneo, parlare ancora di ‘nazione’. In “Che cos’è la Francia” (Spirali) prova a rispondere alla questione partendo dal caso specifico. Il volume raccoglie una serie di dialoghi con importanti intellettuali intorno ai principali temi del nostro tempo nel confronto tra punti di vista diversi. L’autore pone l’interrogazione circa l’idea di identità collettiva alla luce delle trasformazioni indotte dalla globalizzazione; tra le voci, quella di Lionel Jospin (primo ministro di Chirac). Le risposte, spiega Finkilekraut, non sono mai semplici, ma per ben fare bisogna puntare all’essenziale e «scegliere che cosa siamo.» (more…)

febbraio 6, 2008

Sparate e aneddoti di Bongiorno su Sanremo

Filed under: attualità,cultura,curiosità,italia,spettacolo — valerioventuri @ 10:35 am

Milano. La notizia è di quelle che fanno il botto. I vertici della Rai hanno contattato Mike Bongiorno e Fiorello per la conduzione del Festival 2009. E’ stato lo stesso Bongiorno a rendere pubblica la notizia ieri durante la conferenza stampa di “Come Sanremo – Una storia a colori per 50 anni di Festival”, tenutasi all’Università Iulm di Milano. Il decano dei presentatori ha rivelato che lo stato maggiore dell’ammiraglia nazionale ha avvicinato lui e Fiorello durante le registrazioni di uno spot Infostrada. La proposta è stata chiara: «presentate Sanremo in coppia». Mike ha aggiunto con ironia che sa che Baudo si terrà ben stretta la conduzione anche per il prossimo anno; ma che non gli dispiacerebbe affatto essere protagonista nel 2009 insieme al collega, star di “Viva Radio 2”. (more…)

febbraio 5, 2008

Israele e e altre ire: intervista a Marek Halter

Filed under: attualità,cultura,europa/mondo,interviste,politica — valerioventuri @ 9:42 am

per il secolo xix, liberal

Comunitarismo, razzismo, ecologia, religione, democrazia, altermondialismo, conflitto tra israeliani e palestinesi… Che vada su tutte le furie o si entusiasmi, Marek Halter arricchisce il dibattito di riferimenti biblici, storici e filosofici e mette le proprie doti di narratore al servizio delle grandi cause. Dopo i successi delle sue biografie di donne bibliche, Marek Halter cambia registro narrativo. La mia ira è un libro di battaglia. Un libro attuale e al tempo stesso intemporale. Marek Halter è nato in Polonia, nel 1936, da una poetessa yiddish e da un tipografo, discendente da una stirpe di tipografi ebrei la cui origine risale al XV secolo. A cinque anni evade con i genitori dal ghetto di Varsavia e raggiunge la Russia sovietica. Non riesce a imbarcarsi sull’Exodus e nel 1950 arriva in Francia dove dipinge ed espone con successo.
Nel 1967 crea il comitato internazionale per la pace negoziata in Medioriente e incontra dirigenti arabi e israeliani: Golda Meir, Ben Gurion, Hassanein Heikva, Abu Ayad. Vuole convincere e rappacificare. Nel 1984 fonda con Berbard-Henri Lévy il movimento “SOS razzismo”.
Per suggerimento di E. Diesel, nobel per la Pace nel 1986, incomincia a scrivere: pubblica romanzi, scrive articoli, milita per i diritti dell’uomo. La prima domanda è sul nuovo libro. Qual è la sua ira?
“Il titolo mi è stato ispirato da Truffault. Quando sono arrivato il Francia avevo 14 anni, non parlavo francese. Ho iniziato a fare pantomima con Marcel Marceu e mi ha insegnato le prima parole con  ironia. Un giorno mi disse che aveva un incontro con Traffaut, all’epoca cronista. (more…)

Pagina successiva »

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.