Valerioventuri’s Weblog

febbraio 21, 2008

Users contro Ebay

Filed under: curiosità,europa/mondo,italia,Tecnologia & scienza — valerioventuri @ 11:43 pm

MILANO. Internauti contro eBay: ed è sciopero della compravendita online. Il sito leader delle aste su web ha fatto infuriare i suoi utenti perché ha deciso unilateralmente di cambiare le regole del gioco. La tenzone è scatenata da una piccola, particolare novità.

Fino a poco tempo fa, ogni persona che decideva di vendere oggetti utilizzando il sito si esponeva al giudizio del compratore dei suoi beni. Esempio: x vende un telefonino, y lo acquista; dopo aver verificato le condizioni dell’oggetto ricevuto da x, pubblica un riscontro per il bene della comunità: «è un buon venditore»; oppure: «ho ricevuto una patacca». Una possibilità reciproca; perché qualche volta è il compratore che non si comporta bene: magari paga meno del previsto, oppure sparisce con il malloppo. Allora è x che dice: «y mi ha compensato regolarmente, è affidabile», oppure: «non risponde alle mie richieste», «mi ha versato sulla ‘postepay’ la metà del dovuto».

Una logica lineare: capisci con chi tratti leggendo i giudizi lasciati da chi ha avuto a che fare precedentemente con il tuo interlocutore; così sai se è uno che compravende secondo morale.

Ora eBay ha deciso che solo gli acquirenti potranno lasciare giudizi negativi: un decreto preso per tutelare gli utenti da delazioni gratuite. Le norme contestate – che dovrebbero essere effettive a partire da maggio, a cominciare dagli States – sono state inventate perché, secondo un’indagine interna della società, la maggior parte dei commenti sfavorevoli sugli avventori sarebbero semplici ripicche.

Gli utilizzatori del website si sono divisi in due fazioni: da una parte ci sono i ‘buyers’ tutto sommato concordi con la multinazionale; dall’altra ci sono i ‘sellers’ che gridano allo scandalo: «il mercato si sbilancia, gli unici danneggiati siamo noi». Alla fine, i venditori hanno proposto uno sciopero digitale: «saremo offline per settimane». L’imponente protesta della lobby dei commercianti telematici ha obbligato il ‘gigante’ a trattare: le parti si sono incontrate più volte – l’ultima sabato, a Venezia –, ma un accordo non è stato ancora trovato.

Gli analisti credono che sia nell’interesse del colosso americano uscire dal vicolo cieco: la serrata elettronica sarebbe globale; con tutti i web-esercenti chiusi – italiani, kenioti, coreani, austriaci, americani… – il danno economico per la ditta potrebbe essere significativo. Certo, senza i ‘sellers’ professionisti rimarrebbero comunque operativi gli users ‘amatoriali’; ma la spina dorsale del network è rappresentata proprio dagli habitué: statisticamente, i negozianti ‘strutturati’ offrono più garanzie e servizi dei privati: possibilità di fatturare, prezzi ‘outlet’ fissi, riparazioni…Da considerare anche il fatto che eBay non è l’unica piazza di scambio su rete: competitors sorgono ogni giorno; alcuni di questi sono già ben piazzati in mercati altri – non occidentali –, oppure garbano perché non prevedono il  pagamento di commissioni.

Sicuramente eBay rimane per ora irraggiungibile. Ma il declino – seppur relativo – di Microsoft nei confronti di Apple e Google dimostra che nella net-economy niente è scontato. Meglio prevenire che curare. In ballo, un pacchetto di 276 milioni di utenti registrati in tutto il globo, cinque dei quali solo in Italia, paese-mercato centrale. Proprio nel Belpaese – dove quasi 10 mila persone vivono solo della loro attività su eBay – la protesta è furente. In attesa di un accordo o di una rottura, c’è chi prevede la nascita di un sindacato specifico. La levata di scudi suona rivoluzionaria. Aspettando  che parta un virtuale corteo di protesta su SecondLife, i politologi si interrogano: chissà che ne pensano Pd, Pdl, Cosa Rossa o Rosa Bianca…

Valerio Venturi

Annunci

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: