Valerioventuri’s Weblog

febbraio 21, 2008

L’indipendenza in Kosovo secondo Save the Children

Filed under: attualità,europa/mondo,interviste,politica — valerioventuri @ 11:41 pm

Milano. Ariel Shaban, che si occupa per “Save the Children” dei progetti in Kosovo, è molto cauto a parlare di ‘indipendenza’. Preferisce attenersi alle parole della sua organizzazione, che – anche per il bene dei bambini – stima migliore non schierarsi. Quello che si percepisce ‘fuori onda’, però, è il timore che la situazione possa precipitare: un riverbero di sviluppi negativi potrebbe aggravare la condizione già difficile in cui si trova la popolazione civile. Primi colpiti i bambini, che già ora vivono tra mille ostacoli. Ancora si pagano le conseguenze della guerra: “Per questo, lavorando in Kosovo per l’educazione e la protezione, seguiamo in particolare i più emarginati: ci sono tantissimi figli abbandonati o orfani; quindi i rom, gli immigrati… ‘Minoranze’ senza sostegno.”
L’indipendenza migliorerà la situazione? Quale il problema più grave per i minori?
“Molti di loro non hanno possibilità di accedere all’educazione a causa della povertà, ma anche per le vecchie strutture statali. Le istituzioni hanno fallito, non hanno dato educazione e supporto. Per tutti i giovani, quale che sia il futuro, servirebbero serie riforme istituzionali fatte sia a livello centrale che locale.”
La comunità internazionale teme che l’indipendenza possa favorire incertezza; qualcuno paventa una regressione culturale….
“Di fatto, molti ragazzi non possono andare a scuola perché non c’è l‘equipaggiamento necessario, non ci sono vestiti per coprirsi, non ci sono trasporti dalle aree rurali. Ma l’accesso ai servizi spesso è frenato dall’attitudine di buona parte dei genitori, che disconosce il valore dell’educazione. Questo è grave. Le forze che devono garantire sicurezza e diritti poi – servizi sociali, polizia, etc – non cooperano tra di loro, non si passano le informazioni… Questo ‘clima’, le divisioni interne, generano cattive influenze nei bambini. E il risultato è che non riescono ad ottenere aiuto, comunque non nei tempi o nei modi giusti.”
Cosa auspicate per il futuro della popolazione e dei minori dell’area?
“E’ importante che si prendano decisioni a livello centrale, che si continuino le riforme, che sia dia sostegno alla popolazione. Speriamo che l’etica del lavoro, il rispetto dei diritti dei piccoli – protetti dalla costituzione kosovara – diventino parte integrante dell’opera di qualsiasi governo; di tutti coloro che hanno a che fare direttamente o indirettamente con i bambini.”
Valerio Venturi

Annunci

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: