Valerioventuri’s Weblog

aprile 30, 2007

Aridatece Funari! Vogliamo l’Apocalisse!

Filed under: italia,spettacolo — valerioventuri @ 10:31 am

Aprile 30th, 2007

di Valerio Venturi

Milano – ‘Apocalypse Now’ apre su Rai Uno. Prima serata, pubblico delle grandi occasioni: perchè c’è Funari, tornato dall’esilio dorato sulle piccole televisioni in network. Gianfranco lavora alacremente con il suo staff: per Rai Uno c’è il desiderio dichiarato di fare qualcosa di grande: quello che la gente si aspetta da lui. 

Perchè, piaccia o non piaccia, il giornalista romano ha uno stile unico, tutto suo, e non passa mai inosservato. Piaccia o non piaccia, è un conduttore di razza, e produce tv fuori dagli schemi.

…Così anche noi, tra milioni di italiani, ci siamo precipitati davanti al piccolo schermo per vedere il canuto anchor-man/predicatore sulla rete ammiraglia. Che farà? Ce la farà a rimanere ‘funarico’ sulla emittente più political-correctly del Paese? Le dichiarazioni ‘ante’ sono da ‘mettolemaniavanti’: nessun coup de theatre, rispetto degli schemi. Ma si spera sempre che l’uomo strabordi. “Io sono come una muta di cani in chiesa, faccio rumore”, aveva dichiarato. Per poi aggiungere (forse per Del Noce, forse per indigestione, o sono la stessa cosa?): “…Ma non farò politica: ormai mi annoia. Torno allo spettacolo, primo amore. Rai Uno è una rete intelligente, a Rai Due non farei lo stesso effetto”.

Insomma, la curiosità c’era tutta. Perchè Funari è uomo di spettacolo a tutto tondo; e perchè, invecchiando, è diventato decisamente young-oriented. Non sia mai che riesca a mettere in piedi un ‘moloch’ gradevole e interessante anche per chi ha meno di 50 anni, si pensava.

…Parte la sigla. Parte Funari. Comincia l’Apocalisse, che si dovrebbe dipanare in 5 puntate, prima dell’ultima, coincidente con la fine del mondo. Esagerazione, iperbole che fa parte di un linguaggio che eravamo pronti (e felici) di ascoltare.

Ma purtroppo rimangono le belle speranze.

Perchè dietro l’angolo, crediamo, c’è Cugia. Diego Cugia. Jack Folla, maestro di banalismi bizantini e ben presentati, autore di successo per Celentano in “Rockpolitik”: anche qui, l’uomo porta l’onore-onere della sua firma.

Ora: per noi, quello che non va, nel programma, è proprio tale ‘peso d’autore’: perchè Funari non è Celentano, e non è Cugia. Già aveva provato, Jack Folla, a ripetere la sua formula di “Rockpolitik” con il ragazzo buono della canzone italiana: aveva cercato di trasformare Morandi ‘fattimandaredallamamma’ in un cattivone, e la cosa non era andata. Nessun insegnamento da cogliere?

E ora…. Ora ci riprova con Funari, mostro sacro della tv, che di tv, se non altro, ne sa più che abbastanza. Largo agli ospiti, a tenere in piedi l’insieme, tutti a marciare sotto il proponimento di trattare di temi ‘ggiovani’ in modo sufficientemente vago per non essere ’scomodi’. Questa volta è il clima.

….Ne viene fuori una marmellata, peraltro non premiata dall’Auditel. Che poi resta da vedere come funziona, l’Auditel… Ma di sicuro, il dato rivela un fatto: lo show dell’Apocalisse ha potenzialità e deve continuare; ma a una condizione: aridatece Funari!! …Vogliamo l’Apocalisse, quella vera! Anche su Rai Uno, anche senza Celentano e i suoi discorsi fatti di pause e pause.

 p.s. In attesa di veder Funari recitare in un film, rileggetevelo ‘vero’ e ’senza censure’ ai tempi di Odeon su http://www.ilventre.it/blog/index.php?option=com_content&task=view&id=5&Itemid=1

Annunci

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: