Valerioventuri’s Weblog

marzo 26, 2007

Ragazzini filmano l’orale di una 12enne: ma non è un esame. E il padre si vendica

Filed under: attualità,curiosità,italia — valerioventuri @ 10:35 am

Marzo 26th, 2007

Como. Mentre va in scena Vallettopoli, e si parla di sesso e droga tra politici, nelle scuole della provincia i 12enni diventano protagonisti di filmati pornografici a ‘diffusione interna’: complici i telefonini, gli istituti d’istruzione nazionale diventano set a luci rosse, luoghi di produzione e consumo di materiale ‘caldo’. L’ultimo video della serie viene da Valmorea (provincia di Como), dove cinque ragazzini, meno di 14 anni, hanno filmato con un videofonino un rapporto orale di una ragazza – bambina? – di appena 12 anni. Davanti ad un garage nei pressi delle medie, la giovane è stata ripresa a fare una fellatio ad un compagno 13enne, tra sette spettatori e vide-operatori improvvisati, tutti preadolescenti. Il video viene subito diffuso nella scuola media frequentata dalla ragazzina; lo vengono a sapere tutti, anche la Procura dei minori di Milano, che apre un’inchiesta. Ma il padre della ragazza, che ha modo di visionare il clip, si decide a non aspettare i tempi – lenti, per la verità – della giustizia.

Così, domenica pomeriggio, in auto con la moglie, incontra i piccoli autori del misfatto: erano in bicicletta nella piazza del paese; li insegue e prende a sberle uno di loro. Solo l’inizio di una vera e propria rissa, che finisce per coinvolegre anche la moglie dell’uomo, gli altri quattro ragazzi e uno dei loro genitori, avvisato via telefonino dal figlio.

Dopo la colluttazione, sono arrivati i carabinieri; i giovani percossi sono stati portati al Pronto Soccorso: prognosi massima di 10 giorni, e promessa di querela per lesioni nei confronti del padre ‘vendicatore’. Che, però, non si ritiene colpevole né si dà per vinto. L’uomo difende a spada tratta la figlia, e si dice convinto della versione dei fatti raccontata dalla sua piccola, che ha affermato di essere vittima di una violenza di gruppo, costretta contro la sua volontà all’atto sessuale. I ragazzi si difendono, sostenendo che l’azione è stata fatta con consapevolezza per farsi accettare: una sorta di rito di iniziazione forse già avvenuto con altre ragazze dell’istituto. “Non c’era nulla di male”, hanno spiegato.

Mentre procede l’indagine, nel piccolo centro le persone si interrogano sbigottite. Ma non stupisce l’epilogo di questa storia decadente – senza adulti coinvolti, una tantum. Lo choc vero c’era stato un paio di mesi fa, quando il prof. di educazione fisica aveva scoperto il video che girava per le classi in modo insolito, e l’aveva quindi denunciato alle autorità. Un’amichetta della ragazzina ripresa l’aveva ritratta in un disegno che non poteva lasciar margini ai dubbi: “è quello che ha fatto un giorno la mia amica”. Ultima conferma a settimane di mezze parole e risolini. Difficile, comunque, stabilire la realtà dei fatti. Spiega uno dei coinvolti nello scandalo: “film di quel genere fra noi compagni ne sono girati parecchi, tutti scaricati, ma questo era il primo ‘autoprodotto’. Quando è venuta fuori ‘sta cosa, lei ha cominciato a dire che era stata costretta, lui il contrario. So chi dice bugie. Lo fa per salvarsi: però quando la cosa è stata scoperta era meglio che qualcuno non andasse a dirlo al preside”. Che si chiama Giuseppe Monzo, e si giustifica:”La cosa e’ accaduta fuori dagli ambiti della struttura scolastica. Ma questo non ci esime dal prendere provvedimenti”. Il Collegio dei Docenti, riunito in forma straordinaria, deciderà che misure adottare nei confronti del gruppetto di alunni. Nella speranza che le famiglie si facciano vive, magari in un altro modo.

Annunci

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: