Valerioventuri’s Weblog

marzo 30, 2006

Arresti domiciliari per un gatto psicotico

Filed under: attualità,curiosità,europa/mondo — valerioventuri @ 11:01 am

Scritto da Valerio Venturi    
giovedì 30 marzo 2006 
(dal tgcom, mica ciccioli – riportato paro paro per pigrizia)
Usa, terrorizzava un intero quartiere

Un vero e proprio gatto da guardia, che tira fuori gli artigli e i denti ogni volta che un estraneo si avvicina. Anche troppo. Lewis, questo il suo nome, ha seminato il panico in un paesino del Connecticut, mandando sei abitanti del quartiere dritti in ospedale e terrorizzando l’intero vicinato. Così per il felino, a detta di tutti di stazza mostruosa, sono scattati gli arresti domiciliari.  

Lewis è un gatto, ma per le sue dimensioni potrebbe sembrare una tigre. Almeno nei racconti degli abitanti di Sunset Circle, il quartiere di Fairfield dove il felino vive. “E’ grande quanto il gatto Felix – ha detto Janet Kettman – con lunghi artigli per ogni zampa, che sono armi formidabili”. Si è anche sparsa la voce che l’animale abbia sei dita per zampa.

Al di là delle leggende metropolitane, un fatto è certo: Lewis non è quel tipo di gatto che puoi tenere in grembo ad accarezzare. In ospedale, a farsi curare le ferite, sono già finite sei persone (ma altre fonti dicono il doppio). Nell’ultima imboscata ha preso di mira una rappresentante di prodotti Avon, che non appena scesa dalla sua auto è stata morsa alle gambe e graffiata violentemente. A spaventare ancor più la popolazione è il fatto che il felino gigante attacca sempre di sorpresa.

Ora però l’incubo di Sunset Circle sembra finito. Rachel Solveira, responsabile dell’Animal Control, ha deciso per Lewis gli arresti domicialiri. Già nei giorni scorsi aveva emanato un ordine di cattura contro di lui. Si tratta della prima volta che un simile provvedimento viene preso all’interno della cittadina di Fairfield.
Meno contenta dei suoi concittadini è la padrona del gattone, Ruth Cisero. La donna, che difende il suo micio a spada tratta, dovrà ora rispondere adesso di aver preso con troppa leggerezza l’avviso di “reclusione” imposto qualche settimana fa. 

Annunci

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: